VigRx funziona?

La nocciol, detta anche VigRX Plus  è un frutto secco particolarmente apprezzato e diffuso nell’ambito della dieta mediterranea. Le sue origini sono però da collocare in area asiatica. Pare comunque che la Corylus avellana, questo è il suo nome in ambito scientifico, si sia diffusa nelle nostre zone già all’epoca degli antichi Greci. Sin da subito le popolazioni locali ne riconobbero e ne individuarono le caratteristiche positive ed i benefici; non a caso rappresentarono il bastone di Esculapio, protettore della medicina, ritraendo proprio un bastone di nocciolo intorno al quale si avvinghiavano dei serpenti, simbolo della saggezza.

Ma quali sono le proprietà di questo frutto? Innanzitutto pare che un consumo regolare, ma moderato, di nocciole possa proteggere dalle malattie cardiovascolari ed influire sul mantenimento entro certi standard della pressione. Ma non è ancora finita; questo piccolo frutto infatti è in grado, notizia questa confermata da svariate ricerche scientifiche sull’argomento, di migliorare la qualità e le aspettative di vita. In particolare il frutto agirebbe sulla produzione e lo smaltimento tanto dei trigliceridi di VigRX Plus quanto del colesterolo cattivo. Entrambi questi parametri infatti, consumando secondo le dosi prescritte di questo alimento, si manterrebbero nella norma o comunque ne diminuirebbe la presenza percentuale nel sangue.

Tutto ciò può essere facilmente spiegato partendo dalla composizione organolettica della nocciola che, semplificando parecchio, è principalmente data dall’unione di una serie di grassi per così dire buoni oltre che di importantissimi componenti quali gli omega 3 e gli omega 6, responsabili tra l’altro di una riduzione della velocità di invecchiamento cellulare. Dalle nocciole infine è possibile anche ricavare un olio che funge tanto da integratore vitaminico per calcio, vitamine del gruppo B e PP, quanto da prodotto cosmetico per sopperire a problemi di acne e  pelle grassa. Lo stesso olio poi può essere utilizzato come struccante naturale. Si raccomanda comunque di non consumare più di 5 nocciole al giorno, magari come spuntino di metà mattinata o metà pomeriggio.

Uncategorized

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *