Opzioni Binarie

Le opzioni binarie, come si intuisce dal nome stesso, sono opzioni che hanno due possibili valori. Tutto lo studio economico dell’andamento dei mercati e dei titoli viene quindi compresso in due possibili valori (solitamente indicati con call e put), che rappresentano l’andamento di un titolo in base a costrutti economici studiati e ben rodati.

Un’opzione binaria è quindi molto semplice da utilizzare: questa caratteristica la rende appetibile a qualsiasi livello di trading. Le persone più esperte vorranno farne uso per arrotondare il proprio capitale di investimento, per dare forza alle proprie convinzioni economiche o per sfruttare una condizione estremamente favorevole. Le percentuali di guadagno per le opzioni binarie sono leggermente inferiori rispetto a quelle tradizionali, ma la loro rapidità di scadenza e l’immediata disponibilità garantiscono sempre una possibile fonte di guadagno con un rischio minimo.

Chi normalmente gioca in borsa sa benissimo che situazioni di salita o di discesa di uno specifico titolo sono abbastanza prevedibili, a meno di eventi straordinari che possono inficiare qualsiasi previsione. In questo modo una persona esperta può sempre trarre il massimo dalle proprie opzioni. Un neofita potrà invece utilizzare le opzioni binarie come strumento di crescita e di istruzione nell’ambito del trading online e di quello tradizionale, che applica gli stessi concetti in maniera differente. Chiunque quindi può approfittare di questo strumento, a patto di capire esattamente di cosa si tratta e di come può essere sfruttato.

Le opzioni binarie oggi hanno principalmente tre applicazioni “comuni”, più altre meno note. Tra le più comuni pensiamo alle opzioni touch e quelle “range”. Le opzioni touch hanno solitamente un margine di guadagno molto elevato, l’utente ottiene il guadagno se il titolo raggiunge almeno una volta il valore prestabilito (verso l’alto o verso il basso), senza necessariamente rimanere oltre quel valore dopo la scadenza dell’opzione.

Questa è la differenza fondamentale con le opzioni classiche, in cui il titolo deve essere al di sopra (in senso assoluto) del valore del titolo alla scadenza dell’opzione. Nelle touch solitamente il target è più alto delle binarie classiche, tuttavia la loro caratteristica garantisce un guadagno anche se l’opzione oscilla in maniera molto brusca. In questa categoria spesso ricadono i titoli delle materie prime o delle valute (forex), quando le notizie legate all’oggetto di interesse sono stagnanti o comunque non subiscono variazioni degne di nota.

Le opzioni range, invece, garantiscono una rendita medio-alta se il titolo rimane all’interno di un range prestabilito, quindi senza oscillare eccessivamente. Questo tipo di opzione è molto utile per quei titoli che hanno una variazione molto lenta, o che semplicemente sono stagnanti per i più svariati motivi. Un esempio di questo tipo di opzioni sono quelle legate ai titoli delle grandi aziende, quando non sono vicine alle date di rilascio dei prodotti di punta.
In conclusione, le opzioni binarie sono uno strumento di trading adatto a chiunque, che offre la massima flessibilità e disponibilità a qualsiasi livello di capitale. Se sfruttate nella maniera corretta, possono garantire un guadagno costante e rappresentano un ottimo strumento per imparare le basi dell’economia.

Comments are closed.