Investire nel forex con il giusto capitale

forex-capitaleLa flessibilità del capitale da investire è uno dei principali elementi che ha reso popolare il mercato forex in tutto il mondo. Attraverso le proprie piattaforme i broker di forex consentono a professionisti e principianti entusiasti di accedere in questo mercato altamente redditizio con opzioni di investimento molto flessibili. Infatti, il capitale iniziale di investimento varia da un minimo di un centinaio a decine di migliaia di euro per soddisfare le capacità economiche di ogni persona.

La domanda che più frequentemente i traders si scambiano riguarda l’ammontare del proprio deposito è:qual’è l’importo minimo di denaro da depositare per iniziare a fare trading in forex?

Con il forex, qualsiasi sarà la somma che deciderete di investire dovrà obbligatoriamente essere controllata da una buona strategia di gestione del denaro. Non esiste un valore fisso per stabilire una buona base di capitale di partenza per il commercio in forex. Questo perché ogni trader varia il suo deposito a seconda dei fondi disponibili, degli sforzi per imparare facendo pratica, della quantità di tempo speso online facendo trading e della quantità di utili previsti.

La quantità di denaro minima per aprire un conto varia a seconda dei broker. Alcuni accettano addirittura 1 solo euro ma mediamente la somma oscilla tra 50 e 100€. Ma, il fatto che un broker forex richieda solo un piccolo deposito iniziale non significa che quello sia il minimo raccomandato. In base ai vostri obiettivi e stile di trading ecco quanto capitale è necessario iniziare per iniziare a fare trading.

Un trader non dovrebbe rischiare più dell’1% del proprio account su un singolo trade (considerando che il 3% è il massimo assoluto). Se decidete di depositare 100€, allora la somma massima che dovreste rischiare su un trade è 1€. Tenete presente che anche i grandi investitori accusano perdite ma, mantenendo basso il livello di rischio su ogni trade, anche una serie di sconfitte non riuscirà ad intaccare in modo significativo il loro capitale.

Per iniziare a fare trading, al contrario del gioco d’azzardo, è necessario disporre di una strategia di trading provata e un obiettivo chiaro. Il vostro obiettivo iniziale non dovrebbe essere quello di fare vincite importanti, ma quello di imparare come produrre un profitto.

Con questo obiettivo in mente, è raccomandabile iniziare a fare trading depositando il minimo accettato dal broker e investendo le più piccole unità disponibili (in forex queste si chiamano micro lotti o addirittura nano lotti.
Per determinare il capitale necessario, potete calcolare il vostro rischio medio per trade e moltiplicare tale importo per il numero massimo di sconfitte consecutive ragionevolmente attese. L’importo risultante sarà il vostro capitale di rischio. A tale capitale di rischio dovete aggiungere il margine richiesto dal vostro broker per il vostro commercio medio. L’importo totale rappresenterà il vostro capitale minimo necessario per iniziare a fare trading.
Ad esempio, se il vostro rischio medio per trade fosse di 10€ e calcolate che il massimo numero di perdite consecutive prodotte dalla vostra strategia di trading non supererà mai 30, il vostro capitale di rischio è di 10 x 30 = 300€.Se il margine richiesto per il trade medio fosse di 50€, avete bisogno di almeno 300€ + 50€ = 350€ per iniziare a fare trading. In alcuni momenti sarebbe utile avere più soldi a disposizione per il margine, per esempio quando vorreste avere più di un trade aperto allo stesso tempo.

Una volta che riuscirete a rendere redditizio il sistema, potrete aumentare il rischio per il trade e ricalcolare di conseguenza il capitale di trading necessario.

Psicologia trading

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *